Non ci sono ancora prodotti nel tuo carrello.

Guglielmo II e la sua monetazione


Alla corte olandese si parlava principalmente francese. Era il linguaggio pulito per distinguersi dalla mafia. Non sorprende quindi che Willem avesse una versione in lingua francese come soprannome: Guillot. Da ragazzo di due anni dovette fuggire con la sua famiglia dalla terra di cui sarebbe poi stato re; a Berlino in Prussia. Lì Guillot sarebbe cresciuto alla corte prussiana e avrebbe iniziato all'accademia militare all'età di undici anni. 

All'età di diciassette anni, Guillot aveva terminato l'Accademia militare ed era andato a studiare a Oxford. È iniziato con uno studio sugli affari generali del suo governatore, il barone de Constant Rebecque, perché Guglielmo II avrebbe trovato l'accademia militare troppo unilaterale. Willem II ha proseguito gli studi di diritto civile presso la Christ Church di Oxford. Questa facoltà è molto prestigiosa e iconica. La "Hall of Christ Church" è caratteristica della cultura di Oxbridge: sale da pranzo signorili dove i grandi mangiano i loro pasti tra uno studio e l'altro. 

Guglielmo I voleva che suo figlio si distinguesse sul campo di battaglia europeo e ora che suo figlio aveva un'ampia visione del mondo ed era stato istruito, poteva dimostrarsi un soldato. Guglielmo II avrebbe effettivamente fatto lo stesso: prima come aiutante di campo del pluridecorato generale Arthur Wellesley; in Spagna e Portogallo, dove è scampato più volte alla morte. Secondo il governatore di Guillot, ciò era dovuto al "consensi" e alla "popolarità" guadagnati. Il principe sembrava godersi un bel po' la fama e sarebbe stato ricompensato per questo... 

Quando Napoleone fuggì dall'esilio all'Elba, pensò di essere intoccabile. Una coalizione di imperi inglese, olandese e un certo numero di imperi tedeschi si radunò intorno a Bruxelles quando divenne chiaro che Napoleone stava marciando verso nord con un esercito. Sarebbe arrivata a una battaglia che divenne nota come la Battaglia di Waterloo. Durante la battaglia di Waterloo, il principe combatté nell'alleanza contro Napoleone. quando Napoleone schierò la Guardia francese, il campo di battaglia era fangoso e piovoso. Il principe d'Orange ha lanciato un contrattacco in cui è rimasto ferito. Potrebbe essere stata la spinta necessaria per intrappolare le guardie francesi. I francesi non avevano abbastanza supporto di cavalleria e artiglieria; era troppo fangoso per quello. Per onorare questo atto eroico, Guglielmo I decise di innalzare una collina con sopra un leone, guardando minaccioso e provocatorio a sud. Un monumento che si erge ancora in onore del Principe; il leone di Waterloo. 

Il principe William amava la bellezza femminile, così nel 1812 si fidanzò con la bellissima principessa ereditaria britannica: Charlotte. Quest'ultima ha rotto il fidanzamento perché non voleva trasferirsi in Olanda. Ma oltre alla bellezza femminile, dai documenti dell'Archivio Reale risulta anche che il Principe ha fatto delle scappatelle con dei gentiluomini. Con i rapporti omosessuali che il principe intratteneva, fu più volte ricattato dalla stampa e dagli oppositori. Il principe ebbe anche figli illegittimi con almeno 6 donne diverse. Tutto sommato, non sorprende descrivere il Principe d'Orange come un tipo licenzioso. 

Sul terreno della chiesa protestante di Amsterdam c'è un grande edificio che affittano nella dependance del famoso museo russo De Hermitage. In questo edificio è allestita una mostra permanente in cui si celebra il legame tra i Paesi Bassi e la Russia e in particolare i rapporti tra i Romanov e gli Aranci.

La corona di questo legame è il matrimonio tra il re Guglielmo II dei Paesi Bassi e Anna Pavlovna, sorella dello zar Alessandro I di Russia. Insieme avrebbero avuto cinque figli: Willem, Alexander, Hendrik, Ernst Casimir e Sophie. Tutti e quattro i figli hanno quasi lo stesso nome completo, ciascuno con una parte del nome come soprannome. È qui che il nome o l'aggiunta "Alexander" diventa di moda, dal fratello di madre Anna Pavlovna. Ancora oggi vediamo questo nome con il nostro attuale re: Guglielmo Alessandro. 

Mentre il re Guglielmo I faceva il pendolare tra L'Aia e Bruxelles, suo figlio sarebbe rimasto principalmente a Bruxelles. A Bruxelles entrò in contatto con movimenti rivoluzionari che volevano unire il sud francofona del Belgio con la Francia, volevano l'indipendenza del Belgio o volevano deporre il re di Francia Luigi XVIII e metterlo invece sul trono. Di volta in volta William I deve intervenire e spegnere gli incendi politici. Quando nel 1830 il sud dei Paesi Bassi proclamò la sua indipendenza, fu ratificata da Guglielmo II, molto contro la volontà del padre. William I avrebbe organizzato una campagna militare che divenne nota come la campagna dei dieci giorni. Il danno era già fatto. Gli Orange avrebbero perso quasi la metà del loro territorio europeo e i Paesi Bassi avrebbero perso la possibilità di competere come una grande potenza in Europa. 

Durante la campagna dei dieci giorni, Willem sarebbe stato il capo feldmaresciallo delle truppe dell'Olanda settentrionale e si stabilì a Tilburg. Oltre all'amore per le donne e gli uomini, il principe si innamorò all'istante anche di questa città. Spesso si trovava lì, a volte anche passeggiando da solo per la città. Ancora oggi si possono trovare tracce di questo amore per la città e viceversa: a lui è intitolata la squadra di calcio professionistica Willem II. 

la moneta;

Dal 7 ottobre 1840 spettava a Guglielmo II assumere la regalità. Il 27 novembre 1840 avvenne l'inaugurazione nella Nieuwe Kerk di Amsterdam. Quest'anno ha visto anche il 1e moneta coniata da Willem 2. Questo era il 1 fiorino con un disegno del re con un busto corto. Tuttavia, sono stati coniati solo pochi pezzi, rendendo queste copie molto rare. Una copia originale può quindi far parte di una sola collezione da collezione. Nel breve regno di Willem 2, sono stati coniati diversi tipi di monete di anni diversi. Ad esempio, si conoscono 4 anni del mezzo cent. Conosciuto solo per 1 anno dei 5 centesimi coniati in argento. Tuttavia, questa moneta è stata coniata in 2 tipi con busto corto e più lungo del disegno del re. Questi tipi erano anche coniati in modo limitato e quindi molto rari. Oltre al mezzo centesimo, anche il 10 cent è stato coniato in una grande edizione con cui le persone possono pagare. Questo fu colpito per la prima volta solo nel 1848 e nel 1849 per l'ultima volta. Allo stesso modo per il quarto di Willem 2. Per il mezzo fiorino furono coniati solo 2 anni per il popolo; 1847 e 1848. Solo nel caso del fiorino d'argento e del Rijksdaalder le monete venivano coniate in 9 anni, oltre alle possibili varianti che si verificavano più spesso nella monetazione. Dal 5 fiorino le monete sono state coniate in oro al 90%. Oltre alle monete da 10 fiorini, il negoziato da 20 fiorini e il ducato, che sono stati in parte realizzati in Russia e nei Paesi Bassi. Le monete Willem 2 possono essere trovate anche nel nostro negozio online. Visualizza la nostra offerta qui Guglielmo 2 monete

Sotto il regno di Guglielmo II, il suo potere era sempre più limitato. Otto anni dopo l'ascesa al trono le cose divennero irrequiete per le monarchie europee. Aveva cominciato a soffiare un vento liberale e, per paura di perdere completamente il trono, Guglielmo II si lasciò trasportare da quel vento. Per scherzo, Willem II disse che in una notte era "passato da conservatore a liberale" e aveva collaborato duramente all'emendamento costituzionale di Thorbecke scambiando ministri nella prima camera che avrebbero accettato questa nuova costituzione. 

Dopo l'emendamento costituzionale, il re Guglielmo II non è diventato un monarca classico ma un monarca costituzionale. Non sarebbe durato a lungo. La salute del re peggiorò bruscamente. Quando il re si rivolse per la prima volta alla nuova Camera dei Rappresentanti, si accorse che il re era in cattive condizioni di salute. Per riprendersi, il re volle riposare nella sua amata Tilburg, contro il volere della moglie. Sulla strada per Tilburg, il re visitò il suo yacht a vapore a Rotterdam e inciampò in una scala a causa delle sue lunghe vesti nere russe. "Non è niente" è stata la sua risposta. Nonostante il grande interesse delle persone sulla strada per Tilburg, il re reagì poco e rimase avvolto nel suo mantello per ripararsi dal freddo. Il re morì in presenza di sua moglie, che ascoltava molto alla sua porta. Quando il re alla fine morì, Anna Pavlovna si gettò sul suo corpo piangendo e avrebbe accompagnato il cadavere del re per i prossimi giorni. 

Nella vita di Willem Frederik George Lodewijk sarebbe diventato noto come King Builder a causa dei numerosi progetti di costruzione che aveva iniziato nella sua vita. Il re raccolse anche molte opere d'arte. 

Blog

Regina - reggente - madre Emma


Adelheid Emma Wilhelmina Theresia, principessa di Waldeck-Pymont nacque il 2 agosto 1858 ad Arolsen come figlia del principe Giorgio Victor van Waldeck-Pymont e della principessa Elena di Nassau. Il 7 gennaio 1879, a soli 21 anni, sposò l'allora 61enne Re Guglielmo III
Il 31 agosto 1880, la principessa Wilhelmina Nato . Durante gli ultimi giorni della vita del re, Emma agì come reggente. Dopo la morte del monarca, accettò la reggenza per sua figlia. 

Leggi tutto ...

Guglielmo III e la sua monetazione


Perché il padre di Willem iii piaceva stare a Bruxelles, Guglielmo III sarebbe nato a Bruxelles nel 1817. Alla corte di lingua francese dove crebbe Guglielmo III, sarebbe stato principalmente chiamato Guillaume. Il nome completo di Guillaume era Willem Alexander Paul Frederik Lodewijk. Gli Alessandro e Paolo da cui prende il nome erano rispettivamente suo zio Alessandro I di Russia e suo nonno Paolo I di Russia; entrambi gli zar dei russi. Il resto dei nomi è stato popolare per secoli nei generi Orange e Nassau.

Leggi tutto ...

Guglielmo II e la sua monetazione


Alla corte olandese si parlava principalmente francese. Era il linguaggio pulito per distinguersi dalla mafia. Non sorprende quindi che Willem avesse una versione in lingua francese come soprannome: Guillot. Da ragazzo di due anni dovette fuggire con la sua famiglia dalla terra di cui sarebbe poi stato re; a Berlino in Prussia. Lì Guillot sarebbe cresciuto alla corte prussiana e avrebbe iniziato all'accademia militare all'età di undici anni. 

Leggi tutto ...

Contatti

Paga in sicurezza con

Notiziario

Iscriviti alla newsletter e tieniti informato delle nuove collezioni e offerte.

Dutch Dutch


Continuando, accetti la nostra informativa sulla privacy.